Sep 162018
 

pagella

Ecco la mia pagella per la Oslo Maraton.

Velocità percorso: 1 Toglietevi dalla testa ogni ambizione di fare un buon tempo da queste parti: i continui sali-scendi ne fanno una delle più dure maratone che abbia mai corso. In alcuni tratti – almeno per i comuni mortali – si è costretti a camminare per la pendenza.

Bellezza percorso: 3 Belli i passaggi in centro, forse non sufficienti a compensare i numerosi tratti piuttosto anonimi, in particolare quello che costeggia l’autostrada Frognerstranda. Ad aggravare il tutto, la monotonia di dover fare due giri. In quanto ad intrattenimento, qualche Dee-Jay ma nessuna live band. 

Pubblico: 2 La vera delusione di questa manifestazione, dopo le mie altre esperienze in terra scandinava. Poche persone sul percorso (ad eccezione della zona centrale) e sempre piuttosto indifferenti. Sembrava quasi di essere a Milano. 

Assistenza: 3 Nessuna grave mancanza, ma nemmeno le attenzioni che ci si aspetterebbe da un evento di dimensioni piuttosto piccolo (2.350 partenti). Vista la temperatura, qualche bevanda calda e una mantellina anti-vento all’arrivo sarebbero state  apprezzabili.

Medaglia: 4 Non originalissima ma mi è piaciuta. 

Pacco gara: 1 Oltre alla maglia Adidas (pagata a parte) una bevanda energetica in lattina, una barretta e due confezioni di un preparato per zuppa (!)  Un po’ pochino per 90€  

#LuogoEdizioneVelocità
Percorso
Bellezza
Percorso (1)
PubblicoAssistenza (2)MedagliaPacco gara
32Oslo2018132341
31London2018445443
30New York2017145342
29Stockholm2017144534
28Rimini Marathon2017333354
27Carrara2017233443
26Honolulu2016234451
25Brescia2016222334
24Las Palmas2016333353
23Valencia2015445433
22Barcellona2015345532
21Terre Verdiane2015522334
--Livorno20143323-3
20Chicago2014445433
19Paris2014345444
18Treviso2014434334
17Pisa2013532443
16Lago Maggiore2013342433
15Berlin2013545532
14Madrid2013245433
13Piacenza2013433534
12Reggio Emilia2012343534
11Torino2012433333
10Copenhagen2012455423
09Milano2012532333
08Garda2011352233
07Hokkaido (JP)2011223553
06Trieste2011342212
05Roma2011354333
04Firenze2010443233
03Venezia2010454322
02Helsinki2010344453
01Milano2010531323
Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc

Aug 312018
 

Odometer-vintageÈ stato un mese difficile: prima il gran caldo e poi la convivenza con vari problemi meccanici, hanno contribuito a tenere basso il chilometraggio. Con soli 129.6Km è stato il peggiore degli ultimi sei mesi, ed è anche sotto la media di agosto degli ultimi nove anni (158) per non parlare del raffronto impietoso con l’anno scorso che si era chiuso con ben 87km in più (poi mi sono rotto, ma quella è un’altra storia…)

Il passo medio (05’35″/Km) è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente mentre la distanza media è scesa a quota 10.8Km. Il numero di uscite è calato ancora, a quota 12. Alle cattive sensazioni si sono aggiunti i dolori e la consapevolezza di affrontare la maratona di Oslo con una preparazione inesistente (l’unico vero lungo di 28km risale al 15/7, cioè ben due mesi prima della gara)

Il ritardo con lo stesso periodo dell’anno scorso è salito a 307Km.

Jul 312018
 

Odometer-vintageQuello che si chiude oggi è un mese caratterizzato dal ritorno ad un chilometraggio decente: con 188,6km supera infatti Aprile per qualche centinaio di metri  diventando il miglior mese di questo stenato 2018. Per trovare di meglio, occorre tornare indietro di quasi un anno, ad Agosto 2017. Il confronto con i mesi di Luglio precedenti, lo vede leggermente sopra la media degli ultimi otto anni (179Km). In netto aumento anche la distanza media (14,4Km, +48%) chiara conseguenza del tentativo di preparare Oslo con qualche lungo.

Putroppo le buone notizie finiscono qui, visto che sono in calo sia il numero di uscite (da 15 a 13) che il passo medio, sceso a 5’34″/Km. Ma a dare la misura del periodo difficile non sono tanto le cifre quanto le cattive sensazioni, dominate da una costante grande fatica che può essere giustificata solo in parte dal clima estivo. Per fortuna, almeno la parte meccanica (sciatica e dintorni) non sta dando particolari problemi.

Il ritardo con lo stesso periodo dell’anno scorso è salito a 219Km.

Jun 302018
 

Odometer-vintageGiugno è stato un mese fotocopia del precedente, con un numero di chilometri uguale, anzi identico fino al primo decimale (146.3). Anche gli altri parametri sono molto simili, pur se leggermente peggiori: la distanza media scende ancora (da 10.4 a 9.8Km) così come il passo (da 05:24 a 5:28/Km). Migliora solo il numero di uscite che cresce da 14 a 15, nonostante il mese breve.

Il confronto con gli anni precedenti è scandaloso se si guarda al 2017 (ben 206Km) ma è sostanzialmente in media con i valori dal 2010 ad oggi.

La vera novità (negativa) è il ritorno dei problemi alla schiena che mi hanno costretto a interrompere l’unica tapasciata corsa  e che hanno condizionato le uscite seguenti. Spero di riprendermi in fretta, visto che in teoria dovrei preparare la prossima maratona, che sarà a Oslo il 15 Settembre.