Feb 272017
 

pagellaE anche per l’esordiente  White Marble Marathon è giunto il momento della pagella.

Velocità percorso: 2 La salita verso Massa non appartiene alla categoria “spaccagambe” ma è molto lunga (circa 4km) ed è piazzata nella seconda parte di gara, quando il fisico solitamente è già alle prese con altri problemi. Molto difficile fare PB in queste condizioni.

Bellezza percorso: 3 Belli alcuni passaggi nel centro di Massa e il tratto sterrato lungo il fiume. Per il resto, molti lunghi rettilinei un po’ noiosi. Peccato che – pur correndo per lunghi tratti sul litorale – il mare si veda poco. Assente ogni forma di intrattenimento.

Pubblico: 3 Davvero pochino, e in alcuni tratti solitari ce ne sarebbe stato proprio bisogno.

Assistenza: 4 Nessuna pecca particolare, a parte la carenza di bagni e l’assenza di indicazioni e/o supporto dell’organizzazione in zona partenza (ho faticato non poco a trovare il deposito borse). Per il resto, tutto ok: viabilità sotto controllo, volontari simpatici, servizio massaggi al traguardo, spugnaggi e ristori adeguati (in particolare quello finale che includeva alcuni snack preparati dagli studenti della scuola alberghiera)
Niente male considerando che si trattava della prima edizione: Bravi!

Medaglia: 4 E dove altro si potrebbe ricevere una medaglia di marmo? Non do il massimo dei voti solo per la scelta di non aver aggiunto la data all’incisione: capisco l’ottica del riciclo, ma c’è un limite…

Pacco gara: 3 Maglietta, acqua, succo di frutta, sali, una confezione di aromi freschi (?!) e una bottiglia di “birra recovery”. Non male per 30€

 

#LuogoEdizioneVelocità
Percorso
Bellezza
Percorso (1)
PubblicoAssistenza (2)MedagliaPacco gara
27Carrara2017233443
26Honolulu2016234451
25Brescia2016222334
24Las Palmas2016333353
23Valencia2015445433
22Barcellona2015345532
21Terre Verdiane2015522334
--Livorno20143323-3
20Chicago2014445433
19Paris2014345444
18Treviso2014434334
17Pisa2013532443
16Lago Maggiore2013342433
15Berlin2013545532
14Madrid2013245433
13Piacenza2013433534
12Reggio Emilia2012343534
11Torino2012433333
10Copenhagen2012455423
09Milano2012532333
08Garda2011352233
07Hokkaido (JP)2011223553
06Trieste2011342212
05Roma2011354333
04Firenze2010443233
03Venezia2010454322
02Helsinki2010344453
01Milano2010531323
Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc

Feb 202017
 

Il mio nuovo GPS

Un anno fa di questi tempi mi chiedevo se il 2015 appena concluso fosse stato un anno particolare, un episodio isolato, un incidente di percorso, un’anomalia statistica, oppure… se fossi di fronte all’inizio dell’inevitabile declino. La risposta inequivocabile è arrivata durante il 2106: tre maratone corse abbondantemente sopra le quattro ore sono la conferma eloquente non solo del declino, ma di un vero e proprio crollo. Vado talmente lento, che se continuo così dovrò presto sostituire il Garmin con una capiente clessidra.

L’ufficialità di questa situazione l’ho trovata nella tradizionale Maxiclassifica ora disponibile in edicola. I numeri non lasciano spazio ad interpretazioni: ho concluso il 2016 al  23.421° posto (su 32.704) perdendo più di 9.000 (Novemila!) posizioni rispetto al 2105, e finendo peggio che nell’anno di esordio.  Il rapporto col numero totale di partecipanti è ugualmente impietoso.

Se si guarda la classifica di categoria, le cose sostanzialmente non cambiano: finisco al 3.840° posto (su 5.515) tra gli M50, con oltre 1.700 posizioni perdute rispetto all’anno scorso.

 

Desolante anche l’andamento del Finish Time medio annuale, che nel 2016 si impenna a livelli mai visti.

Che dire? I numeri sono così chiari che ogni ulteriore commento sarebbe superfluo. Inutile recriminare, guardando ai risultati (peraltro modesti) degli anni passati con occhi nostalgici. Molto meglio prendere atto della mia nuova condizione e guardare avanti con la consapevolezza che la priorità rimane – ora più che mai – quella di divertirmi senza assilli cronometrici.

Si ricomincia tra una settimana a Carrara!

Feb 122017
 

Temevo di non esserci, sia per acholpa del malessere generale accusato nei giorni precedenti, sia a causa della cena con amici in programma per il Sabato. E invece eccomi qui per la mia terza partecipazione consecutiva all’ormai tradizionale evento podistico organizzato dall’ASD “Le Salamelle” in quel di Abbiategrasso. É sempre bello correre nel parco del Ticino e lo è ancora di più in un periodo – come questo inizio 2017 – caratterizzato da livelli di smog degni di Pechino. Oltretutto il percorso non è particolarmente fangoso, se si considerano le abbondanti piogge dei giorni scorsi.

Organizzazione impeccabile come sempre, con la piacevole aggiunta del brodo caldo al ristoro del km18. Se proprio dovessi indicare qualcosa da migliorare suggerirei l’aggiunta del deposito borse, e qualche banchetto aggiuntivo per le iscrizioni, che si svolgono all’aperto (ieri non faceva molto freddo, ma a metà Febbraio il clima da queste parti non è sempre così mite)

Alla fine, 12km per Miki e 21 per me, corsi ad una media di 5’17” (tre ristori fatti con calma inclusi) che di questi tempi non è niente male. Peccato solo che la salamella del ristoro finale abbia compromesso il bi-giornaliero ipoglicidico in programma per oggi. Gomblottoooo!!1!

Feb 012017
 

Odometer-vintageMalanni di stagione, problemi in famiglia, inquinamento atmosferico a livelli mai visti, poca voglia: in presenza di tutte queste condizioni avverse non riesco davvero a capire come abbia fatto questo mese a correre. E invece i numeri dicono 15 uscite per un totale di 183.6Km  che significano il mio terzo Gennaio di sempre (a parimerito con il 2014) Niente male, direi.

Quello che però gli aridi dati numerici non dicono è la qualità di questi chilometri: corsi svogliatamente, spesso con sensazioni mediocri, lentamente e soprattutto senza un criterio il che è piuttosto grave se – come nel mio caso – si sta preparando una maratona. Probabilmente è una reazione inconscia allo scarso risultato ottenuto nell’ultima gara nonostante fosse stata preparata con diligenza.  Nota positiva: nessun particolare problema “meccanico”

Tornando ai numeri:

  • Tempo totale di corsa: 16h36
  • Uscita media: 12.3km
  • Uscita più lunga: 28.7km (sic)

Speriamo di non soffrire troppo a Carrara.

 

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi