May 172011
 

tabelline2Archiviata Trieste, è ora di pensare alla prossima sfida: quella di Hokkaido. Considerato che tra le due gare c’é un periodo troppo lungo (16 settimane) per poter “vivere di rendita” con una strategia improntata al mantenimento della forma attuale, era necessario impostare un piano di allenamento degno di questo nome. Mi sono quindi messo alla ricerca di un programma che rispetti tre caratteristiche:

– Flessibilità
– Massimo tre uscite a settimana
– Assenza di allenamenti in salita (non per pigrizia, ma per mancanza di materia prima)

La ricerca (non troppo lunga, in verità) mi ha portato a scegliere il metodo FIRST messo a punto dal Furman Institute of Running & Scientific Training che avevo già utilizzato per il mio esordio in maratona, ma che non ero riuscito a rispettare completamente a causa di un infortunio. La maratona di Sapporo mi sembra una buona occasione per verificare l’effettiva efficacia di questo programma.

Per chi non conoscesse questo metodo, si tratta di una tabella basata su tre uscite settimanali, accompagnate da sessioni di “cross-training”. Le tre uscite (ripetute, fondo medio e lungo) possono essere fatte nei giorni che si preferisce, purché se ne mantenga l’ordine. Questo approccio soddisfa il criterio della flessibilità, fattore per me molto importante. Il programma è invece piuttosto rigoroso sul rispetto della velocità da tenere, che è determinata in modo pseudo-scientifico sulla base di due parametri: il personale sui 5.000 e il target per la gara dei 42Km. Per maggiori dettagli, vedere qui.

Per quanto riguarda il cross-training, il metodo consiglia di integrare la corsa con due sessioni settimanali da scegliere tra nuoto, bici o rowing. Cercherò di alternare al massimo queste attività, ma so già che finirò per concentrarmi sul rowing vista la comodità di avere in casa un remoergometro.

Bene, tutto è pronto per la prima uscita! Oggi il menu prevede: 1,5Km di riscaldamento + 4x800m a 4’28″/Km (2′ recupero) + 10′ cool-down

Certo che alla mia età cimentarmi ancora con le tabelline…

Furman

Comments

  1. Zanger says:

    Io c’avevo provato due anni fa ma avevo desistito per un infortunio…. Mi aveva comunque intrigato.
    Ti seguirò curiosamente!

    1. Foia says:

      Mmmm…. anch’io avevo desistito per un infortunio. E ieri sera dopo le ripetute ‘spinte’ ero a pezzi.
      Meglio stare attenti e non esagerare con ‘sto first

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi