Nov 042011
 

KneeGonalgia, gonalgia canaglia
che ti prende proprio quando non vuoi
Ti ritrovi con un cuore di paglia
e un incendio che non spegni mai

cantavano Romina Power e Albano Carrisi in un afflato di lirismo. O forse dicevano “Nostalgia”?…. Boh! Non sono mai stato un loro fan. Roba troppo impegnata per me…

Una cosa é certa: il dolore che mi ha costretto ad uno stop che dura ormai da due settimane abbondanti non é altro che… Gonalgia ovvero un modo elegante per dire che ho male al ginocchio. Niente male per 130€ di onorario pagati allo specialista. Ma andiamo con ordine….

Mercoledi mattina sono andato a ritirare l’esito della radiografia al ginocchio. Il referto recita:

Non evidenti segni di alterazioni ossee radiologicamente apprezzabili. Conservati gli spazi meniscali. Tendenza alla deviazione in recurvato del ginocchio. Normotono calcico. Variante della rotula di tipo Wiberg II con faccia articolare mediale più piccola della laterale, entrambe concave. Riduzione dello spazio articolare femoro-rotuleo esterno.

Altro che Albano e Romina!!!

La sera stessa sono andato dall’ortopedico per un consulto. Dopo avermi dolorosamente manipolato le articolazioni e aver letto il referto con aria pensosa, il doc mi ha spiegato che i miei dolori sono dovuti ad una particolare conformazione della rotula che devia verso l’esterno. Questa condizione – di per se abbastanza banale e non patologica – può trasformarsi in un problema in casi di sovraccarico funzionale (eccomi!) soprattutto se l’articolazione non é protetta da un’adeguata struttura muscolare (presente!). In aggiunta a questo, sospetta la presenza di una plica sinoviale, che va accertata con una Risonanza Magnetica ed eventualmente rimossa in artroscopia.

Comunque per adesso la prescrizione é la seguente:

  • Esercizi per il potenziamento del vasto mediale
  • Consigliato il nuoto, eccetto lo stile rana
  • Cura a base di integratori (CartiJoint) per favorire la ricostruzione della cartilagine

Riguardo alla cosa più importante, non avevo il coraggio di chiederla finché l’ortopedico mi ha detto: “Ma non mi fa la classica domanda? Non vuole sapere quando potrà tornare a correre?“. Il verdetto é: stop per almeno un altro mese. Poi si vedrà…

cartijoint

Comments

  1. igiul says:

    🙁 sono davvero dispiaciuto.. so cosa vuol dire un mese fermo, sopratutto in questa stagione..
    Forza e coraggio Foia, lo sai, tutto passa e.. il cielo è blu sopra le nuvole!
    P.S. Non mi venivano citazioni a tema di Albano e Romina.. sono passato ai Pooh 😉

    1. Foia says:

      Caspita, i Pooh sono un colpo basso!
      Comunque non mi scoraggio: ho ripreso alla grande con il rowing e settimana prossima comincio in piscina.

  2. Rocha says:

    Un mese passa in fretta, se poi la prossima settimana inizierai col nuoto avrai una buona alternativa alla corsa. Io però ci aggiungerei anche una cinquantina di Km in bici nei weekend 😉

    1. Foia says:

      Una cosa per volta, Enrico 🙂

  3. franchino says:

    Ci sono passato anche io… più o meno. Ho risolto giustamente con esercizi di rafforzamento dal quadricipite e osteo. Alla peggio, ma proprio come ultima spiaggia puoi provare con l’acido ialuronico. In bocca al lupo per una pronta e completa guarigione!

    1. Foia says:

      Grazie, Franchino!
      Alla fine quanto è durato il tuo stop?

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi