Nov 212011
 

schiavi.galeraOttobre 2010: sull’onda dell’entusiasmo per la maratona di Venezia mi iscrivo a quella di Firenze, in programma dopo solo sei settimane. Mi rendo conto che non sarebbe opportuno esagerare con gli allenamenti di corsa e decido così di alleggerire il carico in favore di altre attività. Tra l’altro, il cross-training è parte integrante di quel metodo FIRST che avevo seguito per le mie prime maratone senza ottenere i risultati attesi… forse proprio a causa dell’assenza di varietà negli allenamenti. Le opzioni per il cross-training erano 3:

  • nuoto
  • ciclismo
  • canottaggio

Scartati il nuoto (ho la stessa acquaticità di un ferro da stiro) e la bici (un po’ perché la trovo noiosa, un po’ perché spaventato dal numero di incidenti che coinvolgono ciclisti) la scelta quasi obbligata è caduta sull’Indor Rowing.

Ho quindi acquistato un bel vogatore (anzi: “Remoergometro” che fa molto più figo) della Concept2 e… ho cominciato a remare. E’ difficile quantificare i risultati, ma una cosa è certa: grazie al lavoro sul “core” (soprattutto addominali e dorsali) non ho più avuto problemi di schiena durante la corsa. Il che non è poco. Dal punto di vista della performance, i miei tempi in maratona e mezza maratona sono migliorati, ma non sono in grado di misurare il merito del cross-training in questi progressi.

Passato l’entusiasmo iniziale dei primi mesi, l’utilizzo del vogatore è andato calando fino ai mesi estivi, durante i quali non l’ho quasi utilizzato. C’è voluto l’infortunio al ginocchio per riscoprire alla grande l’indoor rowing. Infatti, l’assoluta mancanza di impatti rende questo tipo di esercizio ideale per chi deve muoversi stando attento alle articolazioni. Questa riscoperta, mi ha portato ad utilizzarlo quasi tutti giorni in cui non vado in piscina, con il risultato che nei mesi di Ottobre e Novembre (non ancora concluso) ho coperto quasi la stessa distanza percorsa durante il resto del 2011.

E visto che il Concept2 ha anche un bel monitor digitale che registra tutti gli allenamenti, posso anche soddisfare la mia ‘sete di numeri’ così come faccio per la corsa: ed ecco quindi la pagina delle statistiche dedicata al Rowing !!!


Model_E

Comments

  1. fabio says:

    ossignore,mi sembravi un po mogio mogio nel forum ,ora ho capito.mi dispiace non lo sapevo.posso solo farti un grosso augurio ,ci siamo passati tutti ed anche piu’ di una volta ma poi a piccoli passi…..
    l’importante e’ non strafare ,capire che cio che facciamo e’ pur sempre una passione ,un divertimento .
    bisogna considerarlo come tale
    ciao a presto
    giampi-friend

    1. Foia says:

      Ciao Giampi !
      Piú che mogio direi che ero incazzato come un puma! Ma ormai quella fase é superata ed é subentrato uno stato di… consapevolezza. Sto cercando di analizzare la situazione e di prenderne i lati positivi. Ad esempio, finalmente questa é l’occasione per imparare a nuotare decentemente 😉

      ps: complimenti per Crema !

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi