Jan 012012
 

Goals-2012Fine anno: tempo di stabilire i buoni propositi per l’anno nuovo.

Ho aspettato proprio fino alla fine, ma ora che l’acciacco al ginocchio sembra essere in via di risoluzione, posso provare a delineare una bozza di programma. Prima di tutto vorrei tornare a indossare un pettorale in una gara competitiva: per questo mi sembra che la mezza di S. Gaudenzio a fine Gennaio potrebbe essere una buona occasione. Poi vorrei correre qualche altra mezza (Vittuone, Vigevano o Milano) in avvicinamento ad una maratona primaverile.

Per il rientro sulla distanza regina ho scelto Milano, anche se questo contravviene alla mia ‘regola’ di non correre due volte la stessa maratona. I motivi della scelta sono fondamentalmente due: prima di tutto quest’anno in corrispondenza della MCM ci sarà il blocco totale del traffico la qual cosa rimuove uno dei pochi difetti di questa gara e la rende sostanzialmente una gara diversa dalla ‘solita’ MCM. E poi, visto che segnerà il mio rientro sui 42.195 metri dopo l’infortunio, mi sembra bello e altamente simbolico ricominciare là dove tutto ha avuto inizio dell’Aprile del 2010.

Più in generale, vorrei correre più tapasciate domenicali al posto degli allenamenti solitari, anche se questo implicherà diminuire la mia disponibilità sul fronte del volontariato visto che questi due impegni sono spesso in conflitto tra loro. Per il resto vedremo… di sicuro NON punterò sulla quantità, in linea con la mia nuova filosofia che privilegia la durata della “carriera da runner” a discapito dei Km corsi e del numero di gare. Quindi nel 2012 non farò di sicuro (come nel 2010 e 2011) quattro maratone ma mi limiterò ad un paio, al massimo tre. Mi piacerebbe fare Berlino, ma no so ancora. Vedremo…

Per quanto riguarda il cronometro, quest’anno i tempi avranno molto meno importanza del solito anche se mi piacerebbe provare l’assalto alle 3h50′ in maratona e tentare di limare qualcosa al mio PB sulla mezza, ma la vedo molto dura.

La vera novità del 2012 sarà il cross-training – in particolare il nuoto – che dovrà trovare maggior spazio nei miei allenamenti. Prima di tutto continuando il corso di nuoto, nella speranza di acquisire una tecnica sufficiente a farlo diventare un’attività piacevole e non una tortura. E poi mantenendo il rowing come valida alternativa per allenarsi preservando ossa e giunture.

Direi che le premesse per un buon anno di corsa ci sono tutte. Ora, si tratta solo di cominciare a correre 🙂

Comments

  1. franchino says:

    Mi pare che tu abbia e idee belle chiare!
    Se posso ti consiglio la Lago Maggiore Half Marathon se come tempistica con la MCM ci stà.
    Buon anno e buone corse!

    1. Foia says:

      Grazie per il consiglio, Franchino.
      Tanti auguri anche a te 🙂

  2. yoshi says:

    Secondo me per riuscire ad abbassare il tuo personale nella mezza maratona devi aumentare la tua velocità, prova ad allenarti maggiormente su distanze più corte tipo 10 km massimo, però più velocemente intorno ai 44′ 30” 00

    1. Foia says:

      Facile a dirsi, un po’ meno a farsi.
      Soprattutto per chi come me ha un personale di 47′ abbondanti sui 10K 😉

  3. yoshi says:

    Non ha mai provato ad iscriversi ad una società di Atletca Leggere?

    1. Foia says:

      Per una serie di motivi, preferisco essere ‘libero’ quindi mi basta l’iscrizione alla UISP per evitare i cartellini giornalieri.

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi