Jun 282012
 

slow-down-signIl sospetto mi era già venuto in passato. Ora ne ho la certezza: il metodo FIRST non fa per me! O meglio: la velocità delle ripetute nelle tabelle FIRST è esagerata per le mie modeste capacità.

Il metodo FIRST è basato – tra le altre cose – sul passo da tenere nei vari allenamenti, che è determinato in modo ‘scientifico’ a partire da due parametri:

  • Il miglior tempo fatto registrare dall’atleta sui 5.000. Questo serve a calcolare il passo delle ripetute in tutte le loro varianti.
  • Il tempo ‘target’ per la maratona. Questo invece è la base per calcolare il passo dei medi e dei lunghi

Il problema sta nel fatto che impostando il mio passo sui 5Km (4’30” al Km) la tabella calcola delle velocità proibitive per le mie ripetute. Per esempio, ieri sera avevo in programma questo allenamento:

20’ di riscaldamento + 4 x 800m a 4’10”/Km (2’ recupero) + 10’ cool-down

Anche se con molta fatica sono riuscito a finire i primi 800m alla velocità prevista, ma ho dovuto abbandonare a metà i secondi 800 perché proprio non ce la facevo a tenere quel ritmo – per me – infernale. Inutile dare la colpa al caldo (ho corso con 30°) visto che quella velocità proprio non riesco a tenerla neanche con un clima fresco.

Si tratta quindi di scegliere tra queste possibilità:

  1. Cambiare tipo di tabella. Un po’ mi dispiacerebbe perché la FIRST ha il vantaggio di essere molto flessibile e di prevedere solo tre sessioni per settimana, integrate dal cross-training. E poi non prevede super-lunghi: al massimo si arriva a 32Km
  2. Adattare la tabella FIRST alle mie esigenze/possibilità. E questo potrei farlo in due modi: riducendo la velocità delle ripetute oppure riducendone la distanza.

Che poi alla fine mi chiedo… ma che valenza possono mai avere le ripetute per un lumacone come me? Servono veramente? Magari avrebbe più senso inserire qualche lavoro in salita al loro posto. Boh…

Come invidio quelli che si allenano ‘a orecchio’ improvvisando e senza farsi tutte queste menate con le tabelle….

Comments

  1. Rocha says:

    E’ inutile che ti spieghi a cosa servono le ripetute perché lo sai benissimo 😉 Inoltre sono convinto che in qualsiasi preparazione la tabella deve essere tarata sulle esigenze/possibilità del singolo atleta ma soprattutto deve divertire chi la segue cercando di proporre allenamenti più vari e piacevoli possibile . Se vuoi ti posso mandare ciò che ho sperimentato io in passato adattandole al tuo ritmo.

    1. Foia says:

      Grazie Rocha!
      Si, mi interesserebbe dare un’occhiata ad altre tabelle/metodi.

      1. Rocha says:

        Ti lascio la mia mail : xxxxx@libero.it così ti rispondo e ti invio un po’ di cose.

  2. dankal70 says:

    Ciao Foia
    complimenti per il tuo blog…ti volevo chiedere un paio di cose sul FIRST….per le tabelle un file tipo excel che ti calcola tutti i ritmi da tenere nelle ripetute e nel fondo poi per il cross training io avevo optato per la bici …ma che tipo di ritmi e distanze bisogna avere?…ciao e grazie…a presto

    1. Foia says:

      Ciao e grazie per i complimenti.
      Utilizzo un Excel modificato sulla base di quello che trovi qui: http://blog.paolofurini.com/2007/12/16/maratona-due-motivi-per-scegliere-il-first-e-la-tabella-dallenamento-configurabile/
      Per quanto riguarda ritmi e distanze del X-training, purtroppo non ti so aiutare…. 🙁

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi