May 072013
 

pagellaEcco i miei giudizi sulla Madrid Marathon

Velocità percorso: 2
Meglio chiarirlo subito: se avete ambizioni cronometriche, lasciate perdere Madrid. Non tanto per il dislivello totale, ma per il fatto che i Km più duri sono gli ultimi 7. Proprio nel momento in cui solitamente arriva il ‘muro’ qui si aggiungono anche le salite. Sadico!

Nota positiva: la larghezza delle strade (soprattutto in partenza) che non da luogo ad imbottigliamenti nonostante la presenza di 26.000 runners totali sulle tre gare.

Bellezza percorso: 4
Madrid è una bella città e la maratona tocca la maggior parte delle sue attrazioni. Anche le parti ‘noiose’ sono rese sopportabili dalla presenza del pubblico (vedi punto seguente). Inoltre, una ventina di Rock Band disseminate sul percorso sono quello che servono a dare la carica.

Pubblico: 5
Grande calore del pubblico, sempre presente a dare il suo supporto soprattutto nelle parti più difficili dove si raggiungono livelli da “Tour de France”, con due ali di folla urlante che arriva quasi a spingere i podisti sulle salite. Gracias Madrid!

Assistenza: 4
Tutto sommato buona organizzazione, alla quale muovo solo 3 critiche:

  • La gestione caotica del deposito borse in partenza. Fortunatamente ho consegnato la mia sacca prima che cominciasse il caos, ma ho visto una fila interminabile a 15′ dalla partenza.
  • L’assenza di cibi solidi ai ristori. Io non ne faccio uso e quindi non sono stato impattato, ma immagino che per molti sia stato un problema.
  • L’assenza di spogliatoi. Suppongo che di solito questa corsa si corra con clima caldo, ma quest’anno c’erano 5 gradi e vento forte. Cambiarsi nel prato dopo l’arrivo non è stato piacevole.

Nota positiva: i numerosi assistenti in roller lungo il percorso, muniti di spray anti-crampo e di barattoli colmi di vaselina.

Medaglia: 3
Davvero difficile dare un voto a questo manufatto. Da un punto di vista estetico è un vero e proprio monumento al kitsch più becero. E’ altrettanto vero che non manca di originalità e che non passa inosservato. Facendo una media, penso che mi manterrò su un neutro “3”

Pacco gara: 3
In perfetta coerenza stilistica con la medaglia, l’estetica degli altri gadget: maglietta e tazza.

[table id=9 /]

Note:
(1) Include l’intrattenimento
(2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc

  3 Responses to “[Recensione] Madrid Rock ´n´Roll Marathon”

  1. ci fai un bel totale di riga così vediamo la preferita?
    😉

    • Ci avevo pensato ma ho preferito di no.
      Il fatto è che non tutti i criteri hanno lo stesso peso. Ad esempio, per me può essere importantissima la velocità, mentre per un altro il pacco gara è fondamentale. Quindi un eventuale totale non avrebbe molto significato.

      • ok, giusto. comunque Helsinky e Copenhagen in testa con 23…
        molto sensato…c’è del metodo in questa follia!
        🙂

Sorry, the comment form is closed at this time.