Oct 062013
 

remiginaFinalmente libero dalle tabelle, oggi sono tornato a correre una bella non-competitiva: la 28^ edizione della “Remigina” in quel di Sedriano. Erano più di tre mesi che non prendevo parte ad un evento di questo tipo, e sono davvero contento di essere tornato ad immergermi nell’atmosfera del pianeta-tapascioni.

Le operazioni di iscrizione ed il ritiro dell’enorme pacco gara procedono abbastanza veloci, e finalmente posso partire e scrollarmi di dosso il freddo autunnale che già stava entrandomi nelle ossa. Scelgo il percorso da 21Km nonostante abbia sentito dire dai soliti bene-informati che è parecchio fangoso. Poco dopo la partenza, l’asfalto lascia il posto a stradine sterrate ma in ottime condizioni. Mi sento bene ed è piacevole correre in campagna senza l’assillo del cronometro. Ogni tanto lo guardo e mi sorprendo vedendo un passo bello arzillo, nonostante il fondo a tratti piuttosto tecnico (almeno per i miei standard).

La maglia di Berlino non manca di attrarre qualche compagno di viaggio che ha voglia di chiacchierare e attaccar bottone col pretesto della maratona. In particolare, due battaglieri over-50 mi tirano il collo facendomi andare fuori ritmo per 5 o 6 Km durante i quali si parla piacevolmente di maratone estere. Li abbandono al secondo ristoro (che loro saltano) dove mi concedo una generosa pausa durante la quale assaggio quasi tutto, a parte il prosecco che troneggia sul tavolo.

Chiudo i 21Km ad una media di 5’05” con buone sensazioni generali, a parte le articolazioni un po’ legnose che forse ancora si lamentano

Bella gara, ben organizzata, con pacco gara stratosferico e percorso ben presidiato. Da rifare!

 

Remigina

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi