Mar 312014
 

Odometer-vintageCome nei due mesi precedenti, anche a Marzo è successo un fatto strano: mi sembra di aver corso poco, ma alla fine il contachilometri ne segna duecento, anzi 199,7 per la precisione. Comincio a chiedermi cosa voglia dire questo scostamento tra percezione e realtà. Sembrerebbe come se il mio corpo avesse voglia di fare di più, ma questo va in contrasto con i segnali che arrivano dal “reparto trasmissione” con i ricorrenti dolori in zona lombare e dintorni, che sopravvengono ogni volta che supero i 10/15km. Ma dei problemi meccanici che dovrò affrontare e risolvere nei prossimi mesi, parlerò in un apposito post.

Quello che conta in questo momento è capire se il regime “di mantenimento” messo in opera dopo la maratona di Treviso darà i suoi frutti a Parigi. Non ho fatto lunghissimi (al massimo sono arrivato a 24km) e forse questo ha contribuito a darmi l’impressione di aver faticato poco. Ho invece lasciato girare le gambe quando ne avevano voglia, con diverse uscite attorno ai 10/12km con ritmo bello allegro. Ho fatto un solo bi-giornaliero da 20+10. Spero che basti…

In termini strettamente numerici, si è trattato del mio miglior Marzo di sempre. Stessa cosa per il trimestre, con un vantaggio di 81Km rispetto allo stesso periodo del 2013.

Comments

  1. Andrea says:

    Francesco, ormai hai un chilometraggio tale nelle gambe che i 200 km mensili non ti bastano più…!
    In bocca al lupo per Parigi!

    1. Foia says:

      Grazie Andrea!
      Speriamo solo che l’apparato scheletrico regga 😉

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi