Mar 182015
 

pagellaEcco la mia pagella per la Marató de Barcelona

Velocità percorso: 3 Non è sicuramente una gara dove tentare il record personale. Tanto per darvi un’idea: l’unico tratto in piano è quello che va dal km25 al km35. Tutto il resto è un continuo sali-scendi. Si tratta sempre di pendenze lievi ma alla lunga possono dare problemi, soprattutto gli ultimi 2km tutti in salita (in confronto a Madrid, rimane comunque una passeggiata)

Bellezza percorso: 4  Partenza e arrivo in Plaza d’Espanya, transiti al Camp Nou, Casa Pedrera, Sagrada Familia, Torre Agbar, Arc de Triomf, Plaza Catalunya, la statua di Colombo possono bastare? Nel caso non fossero sufficienti, ci pensano i numerosi gruppi musicali e di percussioni a rendere il percorso interessante. Peccato solo per qualche tratto periferico, altrimenti sarebbe davvero il top.

Pubblico: 5 Dopo l’esperienza di Madrid, le mie aspettative nei confronti del pubblico spagnolo erano molto alte, con il rischio di rimanere deluso. E invece…

Assistenza: 5 Parto dai piccoli difetti: l’assenza di spogliatoi e il ristoro finale un po’ leggerino. Per il resto, tutto perfetto: dalla logistica (ottima la struttura della fiera usata sia per l’expo che per deposito borse / zona massaggi) all’assistenza sul percorso che includeva – oltre a ristori ben forniti – 10 postazioni di fisioterapisti, vasellina e docce volanti. Una nota particolare la merita il servizio massaggi: non li ho contati, ma penso che ci saranno stati almeno un centinaio di lettini con altrettanti fisioterapisti al lavoro (in alcuni casi in coppia, per lavorare più velocemente le due gambe contemporaneamente). Oltre alla quantità, ottima anche la qualità: il gigante che mi ha preso in consegna ha lavorato ogni singolo muscolo delle mie gambe in modo accurato per quasi mezz’ora. Alla fine ero rinato!

Medaglia: 3 Non particolarmente originale.

Pacco gara: 2 Quasi inesistente a parte la maglietta. Che sarebbe anche carina, se lo sponsor non fosse così invadente da farla sembrare quella della maratona di Zurigo.

[table id=9 /] Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc

  3 Responses to “[Recensione] Marató de Barcelona”

  1. Bellissima tabella, perchè non aggiungi una colonna con la somma di tutti i lavori? La userei per scegliere le prossime corse

    • Grazie per il suggerimento 🙂
      Ho deciso di non aggiungere un totale perché i vari parametri non hanno lo stesso peso per i diversi lettori: a qualcuno interessa molto il pacco gara, altri hanno in mente solo la velocità del percorso, e così via. Fornire un totale non darebbe il vero giudizio globale su una particolare gara.
      Tra l’altro, è possibile mettere la tabella in ordine cliccando sui titoli delle colonne aiutando a focalizzarsi sugli aspetti che più interessano.

  2. Recensioni assolutamente imperdibili se si è in dubbio tra una delle Maratone che hai corso, Francesco!

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)