Apr 082015
 

sonic_runningPer consolarmi in seguito alla mancata iscrizione alla Tokyo Marathon, mi sono iscritto alla mezza di Karuizawa. So che non è per nulla la stessa cosa, ma non potevo perdere l’occasione di un viaggio in Giappone per partecipare a una gara da quelle parti. Sarà anche l’occasione per “vendicare” la mia unica altra esperienza agonistica nel Sol Levante, che ha segnato la mia peggior prestazione di sempre sui 42Km.

Gare a parte, mi è capitato spesso di correre in Giappone, e ho pensato di scrivere alcuni consigli per chi dovesse fare questa esperienza per la prima volta, visto che non è proprio la stessa cosa che correre sulle strade di casa. Ecco quindi i miei cinque suggerimenti

  1. Se (come presumo) abitate in una parte del mondo dove si guida tenendo la destra, prima di attraversare la strada guardate molto attentamente in entrambe le direzioni. Non sto scherzando! Se non lo fate, rischiate seriamente di essere spalmati sull’asfalto da un camion che trasporta Tofu. La ragione è molto semplice: avete passato la vostra esistenza guardando in una certa direzione prima di scendere dal marciapiede, e in Giappone quella direzione… è quella sbagliata.
  2. Portate con voi del denaro, 5 o 6.000 Yen dovrebbero bastare. I soldi possono rimediare molte situazioni spiacevoli, e le probabilità di essere rapinati sono astronomicamente più piccole rispetto a quelle di perdervi, che vi venga fame o sete, o alla necessità di dover prendere un taxi o un treno per tornare a casa.
  3. Portate con voi indirizzo dell’albergo, ostello, Ryokan in cui soggiornate. Per andare sul sicuro, portate ogni informazione utile a rintracciarlo: nr. di telefono, nome della stazione/ufficio postale/stazione di polizia più vicina, foto, mappa ecc. il tutto in Inglese e Giapponese se possibile. È molto importante, visto che spesso l’indirizzo postale non ha alcun significato per chi non abita nel quartiere (e spesso nemmeno per loro, a parte i postini). Molto meglio quindi avere una bella mappa.
  4. Anche se (come a me) non vi piace correre col telefono, in Giappone può essere una buona idea farlo. Google Maps potrebbe essere l’unico modo per evitarvi una poco gloriosa morte per congelamento mentre dormite in un parco giochi coperto di giornali che non siete in grado di leggere.
  5. Portate una copia del passaporto. In teoria bisognerebbe avere sempre con se l’originale, ma visto che molto probabilmente non sarete fermati dalla polizia (a meno che corriate furtivamente con un televisore in mano) la copia dovrebbe andar bene. Ed in ogni caso potrebbe essere utile per accertare la vostra identità in caso di impatto col famoso camion di Tofu.

E ora siete pronti ad affrontare le strade nipponiche e a godervi  – tra le altre cose – la bella esperienza di essere osservati con meraviglia dai bambini stupiti dalla visione di un Gaijn-Runner.

GANBARE!!!!

 

Comments

  1. Andrea says:

    Francesco, uno dei miei sogni è visitare il Giappone magari correndo una Maratona. Quest’anno ho provato senza fortuna il sorteggio per Tokyo, ma non dispero e prima o poi metterò a frutto i tuoi consigli! Intanto aspetto il tuo consueto, meraviglioso racconto: in bocca al lupo e buon divertimento a Karuizawa!

    1. Foia says:

      Io ci riprovo anche l’anno prossimo a Tokyo.
      Dai che magari va bene ad entrambi!

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi