Apr 062015
 

Con AlavesFinalmente ce l’ho fatta!
Erano quattro anni che volevo partecipare a questa manifestazione di cui ho sentito tanto parlare, e – per un motivo o per l’altro – non c’ero ancora riuscito. Stamattina l’unico ostacolo era la voglia di rimanere a letto, amplificata dalla temperatura non proprio primaverile: accoppiata temibile ma non invincibile. E infatti ho vinto io: mi sono messo in auto e ho raggiunto Casterno di Robecco sul Naviglio (un nome più lungo di una maratona) dove avevo appuntamento con Paolo per affrontare la 20km.

L’atmosfera nella piccola frazione è quella delle grandi occasioni, e si percepisce chiaramente che l’organizzazione è molto ben oliata e pronta a gestire un numero di partecipanti importante (quattro volte superiore a quello dei residenti). A rendere il clima ancora più vibrante, sole e cielo incredibilmente blu per dare risalto ai ciliegi in fiore, che ci sono davvero!

L’unico lato negativo di questa gara si presenta subito: nonostante la partenza della 5km avvenga in una zona diversa, i partecipanti della 13 e della 20 si ritrovano imbottigliati in una stradina di campagna dove è impossibile fare sorpassi. Serviranno un paio di Km prima che il gruppone riesca a sgranarsi e si possa raggiungere un passo decente. Ma di questo mi importa davvero poco: quello che conta oggi è godersi questa meravigliosa giornata primaverile in buona compagnia.

Bello e molto vario il percorso,  sia come paesaggi (stupendi i passaggi lungo il Ticino) che come superficie, alternando asfalto (poco) prato, bosco e sterrato. Ristori forniti e percorso ben segnalato / presidiato. Cosa chiedere di più per 2,5€? Peccato solo che abbia dovuto rinunciare al risotto finale, visto che avevo fretta e c’era una lunga fila.

Quindi…. appuntamento per la prossima pasquetta a Casterno!

Sorry, the comment form is closed at this time.