Aug 102015
 

Caveman2Molto prima che i nostri antenati imparassero a costruire e ad usare utensili, a cacciare o a coltivare erano costretti a muoversi incessantemente per procurarsi il cibo necessario alla sopravvivenza. In mancanza della velocità e della forza di altri animali, sono riusciti a sopravvivere per almeno un milione di anni grazie alle lunghe distanze coperte ogni giorno alla ricerca di semi, radici, frutti, eccetera.

Quando corriamo, facciamo qualcosa che ci riporta alle attività che hanno aiutato i nostri antenati a definire e a trovare l’identità della razza umana e ritroviamo inconsciamente i sentimenti positivi che i nostri lontani parenti hanno provato per milioni di anni.

Correre ci riporta indietro nei millenni, fino all’essenza del nostro essere.

Comments

  1. Andrea says:

    In bocca al lupo per la tua nuova fatica letteraria, Francesco… che la penna scorra lieve ed ispirata come i chilometri delle mille gare e dei mille allenamenti.
    L’ennesima medaglia da portare a casa e, per questa volta, da esporre in libreria invece che nella ricchissima bacheca di grande atleta!

    1. Foia says:

      Andrea, sei – come al solito – troppo gentile.
      E comunque, il libro non sarà esposto in libreria in quanto pubblicato esclusivamente in formato e-Book. Ad ogni narcisismo c’è un limite 😉

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi