Dec 022015
 

Final - 3d appoggiato 2 - SmallAi giornalisti che lo inseguono tempestandolo di domande cercando di capire il significato e le motivazioni dietro la sua corsa senza fine, Forrest Gump risponde molto semplicemente:

Avevo voglia… di correre!

Sono convinto che questa sia la miglior risposta possibile, ma mi rendo conto che per molte persone possa non essere sufficiente. Allora ho provato a ragionarci sopra, e ho scoperto che i motivi a spingere persone di ogni età e condizione sociale a mettersi in calzoncini corti e correre goffamente nel parco, possono essere i più svariati.

È nata così – un po’ per caso – l’idea che sta alla base del mio secondo e-Book: catalogare in modo sistematico le Ragioni per Correre. A differenza della mia prima “opera” (un manualetto destinato esclusivamente ai principianti) questo libro è adatto ad una platea molto più ampia: dal sedentario che vorrebbe cominciare ma ha bisogno di una spinta per decidersi, fino al veterano incallito che ha perso la motivazione.  In mezzo ci sono tutte le sfumature possibili, e per ognuna di esse spero di aver trovato qualcosa di interessante e stimolante da raccontare. Non per niente, i capitoli e le relative ragioni sono ben  101 (cento-uno!)

A parte i motivi più ovvi (i benefici psico-fisici) si parla anche di quelli meno conosciuti e a volte sorprendenti. Nel libro si scopre, ad esempio, che la corsa:

  • Migliora l’autostima
  • Regala super-poteri a chi la pratica
  • Fa bene alla pelle
  • Può aiutare a trovare l’anima gemella

In quanto alle ragioni per NON correre, alle quali fa riferimento il sottotitolo… non vi sono capitoli specifici a loro dedicati, ma il lettore più attento saprà scoprirle attraverso una serie di indizi che lasciano intuire gli “effetti collaterali” della corsa. E poi, chissà… potrebbero essere oggetto di un prossimo libro.

Nel frattempo, Buona Lettura!

Sorry, the comment form is closed at this time.