Sep 252016
 

Rho - Volantino

E così, dopo BuccinascoLandriano e Ozzero, per questo mese ho fatto l’en-plain di tapasciate.

Oggi è stata un’altra prima volta: la Stra-Rhodense. A pensarci bene, è strano che non l’abbia mai fatta: si tiene ormai da quasi trent’anni non lontano da casa… eppure per qualche ragione non è mai entrata nel mio radar. E quindi eccoci qui, che cerchiamo disperati un parcheggio dalle parti della partenza. Dopo un quarto d’ora di ricerche infruttuose ci arrendiamo e lasciamo l’auto piuttosto lontano; vorrà dire che faremo riscaldamento prima di partire.

Giunti al ritrovo, capisco il motivo della carenza di parcheggi: oggi c’è la folla delle grandi occasioni, con davvero moltissima gente. Incontro l’amico Cristiano e gentile consorte con i quali facciamo la fila (tutto sommato veloce) per l’iscrizione e poi si parte. Oggi ho in programma 21km da fare a 5’25” ma temo che la compagnia di Cristiano mi costringerà ad un ritmo troppo veloce. E infatti nei primi km ci assestiamo attorno ai 5’10” e penso: “vediamo un po’ finché reggo….“. Il percorso non è dei più panoramici (dopotutto siamo alle porte di Milano) e alcuni passaggi nel Parco del Roccolo sono davvero carini. Peccato che il parco sia deturpato in alcune zone che sono state scambiate per discariche. Maledetti incivili!

Tra una chiacchiera e l’altra i chilometri si susseguono piacevoli e il ritmo non cala più di tanto. Vuoi dire che le ripetute fatte in settimana (le prime dopo sei mesi) abbiano già avuto effetto? O magari è la possibilità (illusione?) di tornare ad indossare un pettorale prima di fine anno a darmi la carica? Non so… fatto sta che non mollo nemmeno quando il solito fastidio all’inguine si fa sentire verso il km15. Al contrario: riguardando la traccia Garmin ho notato che nell’ultimo quarto di gara sono stato protagonista di un’involontaria progressione che mi ha portato a chiudere l’ultimo km in 4’56”. Sono davvero contento!

All’arrivo mega-ristoro con tanta roba buona e il piatto forte (risotto) gentilmente offerto dall’associazione cuochi di Milano e provincia. Pacco gara molto generoso con alimentari assortiti e una bottiglia di rosso.

PS: il Garmin mi dice di aver bruciato 1270cal. Peccato che poi ne abbia assunte circa il doppio gustando qualche fetta della pastiera gentilmente offerta da Loredana: urge correre ai ripari!

 

 

 

 

 

 

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)