Oct 042016
 

olivetti_summa_15Chi come me ha utilizzato le tabelle di Albanesi, si è sicuramente imbattuto nei famigerati “progressivi”. L’autore spiega nel suo sito che il Fondo Progressivo ha diverse possibili interpretazioni dipendenti da una serie di elementi quali: la sua lunghezza, il tipo di gara che si sta preparando e l’obiettivo allenante che ci si prefigge.

A prescindere dalla sua interpretazione, una cosa che ho sempre trovato difficile in questo tipo di uscita è mantenere un ritmo coerente e senza troppe alterazioni che lo snaturino. Ho pensato allora di creare un piccolo strumento che aiuti ad impostare il passo chilometro per chilometro, in modo da poterlo caricare agevolmente in un GPS che ci aiuterà a non sgarrare.

L’utilizzo del foglio Excel è molto semplice: basta impostare tre parametri:

  • Passo iniziale (quello più lento)
  • Passo finale (quello più veloce)
  • Distanza totale in Km

e saranno generate automaticamente tre diverse interpretazioni dell’allenamento:

  1. Lineare: l’aumento di velocità è distribuito uniformemente dal primo all’ultimo km.
  2. A due frazioni: i primi due terzi al passo iniziale, e il restante a quello finale
  3. A tre frazioni: la prima metà al passo iniziale, l’ultimo 25% al passo finale e il terzo quarto ad un passo intermedio

A questo punto è sufficiente caricare le impostazioni sul GPS e uscire a correre.

Esiste però un piccolo ma fastidioso particolare: il GPS (io uso un Garmin, ma penso che succeda anche con gli altri) è molto esigente in fatto di precisione se si imposta un passo specifico, e continuerà a sgridarci se andiamo troppo lenti o troppo veloci rispetto al passo impostato. E qui entra in gioco un quarto parametro opzionale che ho chiamato “Forbice GPS“.  Questo numero introduce una tolleranza espressa in secondi che definisce il range entro il quale correre. Ad esempio, per un km da correre a 5’00” se abbiamo impostato una forbice di 3″ il foglio calcolerà per quel km un passo minimo di 5’03” e uno massimo di 4’57”. Comunque, vi garantisco che è più facile utilizzarlo che spiegarlo. A titolo di esempio, ecco come appaiono su Garmin Connect le impostazioni di un progressivo da 24km fatto partendo a 5’20″/km e finendo a 5’00″/km in modalità “tre frazioni” con una forbice GPS di 5 secondi. (avrei potuto impostare tre sezioni da 12 + 6 + 6 ma preferisco spezzarle come fossero ripetute, per avere una misurazione più precisa)

esempio progressivo

Buon progressivo a tutti!

 

Download Calcolatore Allenamenti Progressivi  V1.0
(15.7 KB) – Nr. di Downloads: 198

 

 

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi