Jun 102018
 

Memore della grande sofferenza dovuta al caldo dell’anno scorso, sono rimasto in dubbio fino all’ultimo. Speravo infatti che gli organizzatori avessero cambiato approccio, abbandonando l’assurda partenza fissa alle 8:45 ma purtroppo l’anno confermata anche per questa edizione. Nonostante questo, abbiamo deciso di partecipare sperando che la fresca brezza notturna continuasse anche al mattino. Per fortuna così è stato.  

La logistica della zona partenza/arrivo rimane – assieme ai tratti di percorso nel bosco – un punto forte di questa manifestazione: ampi spazi, parcheggio comodo, iscrizione veloce e servizi igienici del centro sportivo comunale sono tutte comodità molto apprezzate. Peccato che rimangono i difetti già rilevati l’anno scorso (ristoro minimale e pacco gara un po’ misero) ai quali si si sono aggiunti alcuni tratti di percorso non segnalati e/o presidiati.  

Per quanto riguarda l’aspetto sportivo, Miki ha corso la 7km. Io ero indeciso tra la 13 e la 19, ma ci ha pensato l’ernia a farmi decidere: quando ero attorno al decimo, ho cominciato a sentire fastidio in zona lombare. Fastidio che si è rapidamente tramutato in dolore, costringendomi prima a scegliere il percorso da 13 (per fortuna il bivio non era posizionato prima) e poi ad abbandonare, camminando l’ultimo km non senza dolore. 

Proprio ora che stavo ricominciando ad allungare. È dura rimanere ottimisti… 

Sorry, the comment form is closed at this time.