May 262019
 

A un mese esatto dall’ultima tapasciata, eccoci ad Abbiategrasso per questa inedita manifestazione. Inedita solo per noi a quanto pare, visto che è ormai giunta alla quarantasettesima edizione. Mica male!

L’iscrizione è una formalità sbrigata in meno di un minuto. Ci attacchiamo addosso il pettorale adesivo (!) e via, anche se in leggero anticipo rispetto alla partenza unica prevista per le 9:00. Le distanze dei percorsi sono 6, 10 e 16Km: mancano quelle più lunghe, ma oggi per me va bene così. Fin da subito sono colpito dalla quantità di volontari sul percorso: tutti con la loro bandierina rossa in mano e un bel sorriso sul volto. Siamo pochini sul percorso (forse anche per la partenza anticipata) ma è meglio così che avere i problemi di traffico tipici di una partenza unica (vedi Robecco). Il percorso è per la maggior parte sterrato ‘pulito’ e molto campagnolo. Tra gli highlights, un asino che fa il tifo e uno sconfinato campo di papaveri, che se lo vede Salvini lo fa chiudere. Peccato solo che non si passi lungo il Ticino, come accade nelle altre due manifestazioni di Abbiategrasso (Corriamo per l’Hospice, e Salamellando).  

Porto a casa i 16km con una media di 5’25” e più fatica del previsto (colpa dei primi caldi?). Manifestazione promossa, anche se potrebbe essere ancora migliore con un passaggio lungo il Ticino, con l’opzione 21km e con dei ristori un po’ più corposi. 

Sorry, the comment form is closed at this time.

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi