May 052019
 

pagellaÈ il momento della verità per la Maratona dell’Elba.

Velocità percorso: 1 Un continuo sali-scendi che mette a dura prova muscoli (durante le salite) e articolazioni (durante le discese). Se – come me – siete “uomini di pianura” impreparati agli ondulati, soffrirete. Tanto. Un altro motivo di potenziale difficoltà – questa volta mentale – è dato dal basso numero di partecipanti, a causa del quale si corre per lunghi tratti in solitudine

Bellezza percorso: 4 A parte alcuni brevi tratti urbani un po’ noiosi, il percorso offre scorci di rara bellezza lungo la costa. Zero intrattenimento

Pubblico: 2 Poca gente in generale, e soprattutto nel lungo tratto costiero. Quei pochi incontrati non hanno quasi mai mancato di incitare o di fare un saluto

Assistenza: 3 Organizzazione molto ‘basic’ che ha puntato ai servizi essenziali. Pur in questa modalità, non è mancato nulla e ci sono stati alcuni piacevoli extra, quali il servizio massaggi e la pasta calda all’arrivo. 

Medaglia: 4 Piuttosto originale. Molto bello anche il nastro. Peccato solo che sia un po’ piccola.  

Pacco gara: 4 Soddisfacente, soprattutto considerando il costo di iscrizione. Oltre alla maglietta Joma, un paio di gambali a compressione e due energy drink 

[table id=9 /] Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc

Sorry, the comment form is closed at this time.