Oct 312019
 

żèro agg. e s. m. [dal lat. mediev. zèphyrum, adattam. dell’arabo ṣifr «nulla, zero», calco del sanscr. śūnyá «vuoto» e poi «zero»].

Primo numero della successione naturale 0, 1, 2, 3, ecc., unico numero naturale che non sia il successore di un altro; come numero cardinale indica la mancanza di ogni unità, cioè è il numero cardinale dell’insieme vuoto (o privo di elementi); in termini più semplici, zero è la risposta alla domanda «quanti sono gli oggetti di questo insieme?», nel caso in cui l’insieme non abbia elementi. Il simbolo per lo zero è 0; da notare che nella maggioranza delle civiltà antiche non esisteva alcun simbolo per lo zero, e l’idea stessa di tale numero ha impiegato molto tempo per affermarsi: anche recentemente, trattazioni autorevoli non includevano lo zero tra i numeri naturali.

 

Sorry, the comment form is closed at this time.