Feb 292020
 

In questo periodo di crisi economico-podistica-sanitaria, è fondamentale sapersi auto-motivare.

E quindi tutto fa brodo: dall’impercettibile aumento della distanza media percorsa, all’assenza di rantoli e gasping durante le uscite. Si cerca di vedere rosa in ogni situazione: dal virus che riduce il traffico e quindi l’inquinamento, al maggior tempo libero da dedicare agli allenamenti grazie allo smart-working forzato.

E a soddisfare questa sete di notizie positive, oggi ha contribuito anche il mio “lato Rain-man” informandomi di una curiosità statistica imprescindibile: l’uscita di stamattina è stata per me la prima in assoluto corsa il 29 Febbraio. La maggior parte di voi dirà (giustemente) “Embè?” ma per me era importante come completare l’album con l’ultima rarissima figurina. Da oggi posso finalmente dire di aver corso ogno giorno dell’anno. Ma vi rendete conto??

Per i più curiosi, la giornata in cui ho corso più volte è capodanno (13) in omaggio al famoso detto “Chi corre a capodanno….“. Seguono a ruota 18 Gennaio (11) e 14 Luglio (10). All’altro capo della classifica, a pari merito col 29 Febbraio ci sono il 2 Gennaio (evidentemente, correre a capodanno stanca, e il due bisogna riposare) e il 22 Dicembre

Sorry, the comment form is closed at this time.