Dec 312020
 

Odometer-vintageA differenza dei mesi precedenti, stavolta niente alibi. A mantenermi sotto quota 150 sono stati la poca voglia e una fiacca quasi costante. Che poi – a guardar bene – questi 147.8Km non sono nemmeno troppo lontani dalla media di Dicembre degli ultimi 10 anni (152Km; 161 se si esclude il 2019 dell’infortunio). Ma sono state 19 sessioni (record per Dicembre) spesso poco piacevoli, e risultate gratificanti solo in quanto utili a confermare la mia caparbietà. Inoltre, la distanza massima è ulteriormente calata (9.6Km) non raggiungendo il minimo sindacale di quota dieci. Se proprio vogliamo scovare segnali positivi, è marginalmente aumentata la distanza media (7.8Km) e ho mantenuto lo stesso passo medio di Novembre (5’25”/Km). Tutto sommato, un mese mediocre in linea con il resto di questo strano 2020.

A proposito…. siamo arrivati a fine anno ed è il momento di tirare le somme. Nel 2020 ho corso:

  • Per un totale di 1.673 Km, con un aumento del 18% rispetto all’anno precedente: buon segnale, anche se siamo lontani dai livelli pre-infortunio (-17% rispetto al 2018)
  • Per una durata totale di 154 ore 24minuti e 23 secondi (22 ore e 12 minuti più che nel 2019) e una durata media di 42′18″, la più bassa dal 2010
  • 219volte (record assoluto) per una distanza media di soli 7,6Km, tornando ai livelli di quando ho cominciato a correre. Questo crollo è confermato dalla distanza massima, che è stata di soli 12Km.  Nei 10 anni precedenti non è mai scesa sotto i 42Km
  • Nessuna di queste 219 uscite è stata una gara, tapasciate incluse. E si tratta di un altro record negativo.
  • Ovviamente, nessun PB degno di questo nome, se si esclude l’irripetibile striscia di corse consecutive (ventuno!) inanellata sul treadmill durante il primo lock-down.
  • Come sempre, l’ho fatto più spesso di Domenica (46 volte per 415Km) seguita dal Giovedì (33). Grazie al remote working prolungato, la distribuzione tra i giorni è stata molto più equilibrata rispetto al passato
  • Per la stragrande maggioranza su strada (140 volte per 1,155Km) e solo quindici volte (per 137,6km) su misto/sterrato. In forte aumento (e record assoluto) le sessioni sul treadmill: 64 volte per 380Km.
  • Mai  sotto-zero (soprattutto grazie alla flessibilità dello smart working che in inverno mi ha consentito di uscire nelle ore più miti) e solo cinque volte con 30° o più 
  • Utilizzando in varia misura sette paia di scarpe, con un paio di GT-2000, e uno di Kayano 23 che hanno fatto la parte del leone, rispettivamente con 600 e 440Km
  • Venticinque volte la mattina prima delle 8:00 e solo tre volte dopo le 19:00 

Il totale generale è arrivato a 23.141Km, più o meno come la distanza di un viaggio andata e ritorno casa – Mar del Plata (Argentina)

Sorry, the comment form is closed at this time.