Foia

Jan 282011
 

haikuPer chi non lo sapesse, l’Haiku è una forma poetica nata in Giappone, composta da tre versi di cinque, sette e ancora cinque sillabe.

Ecco il mio primo componimento semi-serio in stile Haiku sulla corsa:

Ieri ho corso
Anche oggi ho corso
Domani pure

Si, lo so: non è un granché ma spero di migliorarmi….

Jan 272011
 

podio2… what’s your place in the race
e poi ci vuole una verifica… how do you move in the groove

Si vede che alla redazione di Correre ascoltano Daniele Silvestri e l’hanno accontentato: è uscita in questi giorni la Maxiclassifica dei maratoneti Italiani.

Si sono spulciati con cura certosina tutte le classifiche delle maratone corse nel 2010 e hanno stilato l’elenco dei 34100 Italiani che ne hanno finita almeno una. Pensate che lavoro infame dev’essere stato….

Se un anno fa qualcuno mi avesse detto che il mio nome un giorno sarebbe apparso su questa classifica, l’avrei preso per pazzo. Invece non solo il mio nome è presente, ma compare ben 4 volte.


classifica

La canzone di Silvestri continua così:

il decimo fu liquidato
destino simile ebbe il nono
dimenticato
provò l’ottavo a farsi luce
fece rumore
ma fu lo spazio di un mattino
di poche ore
e pure il settimo contava poco
il sesto raccoglieva briciole
seguiva il gioco
ma per trovare chi davvero si è distinto
bisogna risalire almeno fino al quinto
il quarto bruciava d’odio
per la vergogna di restare fuori dal podio
il terzo merita rispetto
ed io lo stimo
ma salutatemi il secondo
perché conta solo il primo
perché conta solo il primo
what’s your place in the race… conta solo il primo
how do you move in the groove… conta solo il primo

E allora che dovrei dire io che sono alla posizione 19120???

max

Jan 262011
 

buffNel mio allenamento di ieri ho provato per la prima volta l’utilizzo di un Buff.

O meglio… di una “banda multi-funzione” come la chiamano quelli di Decathlon, visto che Buff è un marchio depositato. Per chi non lo conoscesse, il Buff non è altro che un cilindro in microfibra privo di cuciture che può essere utilizzato in molti modi: sciarpa, bandana, fascia frontale, maschera, e tante altre varianti visibili qui.

Che dire… sicuramente avere qualcosa davanti alla bocca in queste giornate gelide aiuta ad evitare l’irritazione delle vie aeree dovuta all’aria molto fredda, specialmente quando c’è nebbia. In aggiunta a questo, evita il solito congelamento del collo. L’unico inconveniente è che dopo un po’ il tessuto davanti alla bocca si impregna di vapore e diventa fastidioso. Ho risolto il problema ruotando il Buff ogni 10/15 minuti ma così si sposta soltanto il problema, portando la parte bagnata da un’altra parte. A parte questo, direi che l’impressione generale è buona e penso che finché le temperature rimarranno attorno allo zero continuerò ad usarlo.

positions.buff

Da un punto di vista estetico… beh, mi fa proprio sentire un Buffone.
Ma a questo sono abituato e non ci faccio troppo caso.

buffone

Jan 252011
 

RocketsCosì cantavano i mitici Rockets nel lontano ’78.

E allo stesso  modo canticchiavo io durante l’allenamento di stasera. Doveva essere un’uscita molto tranquilla, per vedere come andava il rientro post-bronchite, quindi senza tabelle ne’ cronometro in mente. Invece ne è uscito un bell’allenamento: 10Km in 53′ ad una media di 5’19”. Nessun problema respiratorio ne’ durante ne’ dopo (per ora). Solo un piccolo fastidio al ginocchio destro, ma roba da nulla.

In conclusione, direi che il test è superato
Ora devo solo riprendere ad allenarmi seriamente: forse sono ancora in tempo per combinare qualcosa di buono a Roma…

Continuando a navigare in questo sito, autorizzi l'utilizzo dei cookies. Maggiori dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi