Jun 302017
 

Odometer-vintageDopo Aprile e Maggio, anche questo mese ho fatto il record: con 206Km è stato di gran lunga il miglior Giugno di sempre (al massimo ero arrivato a 162, con una media di 140 negli ultimi sette anni) 

Le uscite sono state sedici, con una lunghezza media di 12,9Km. Tuttavia, se non si considera la Maratona di Stoccolma, la media scende a 10,9 confermando il trend negativo di questo periodo. Il passo medio è ulteriormente peggiorato, scendendo a 5’33″/km un dato che non è possibile giustificare solo con il clima.

Oltre alla già citata maratona, due tapasciate (Solaro e Cesano Maderno) all’insegna del caldo afoso. 

La prima metà dell’anno si conclude con 1.133Km con quasi 50km di vantaggio rispetto alla media degli ultimi sette anni.  Raggiunta quota mille il 9 Giugno, solo due giorni dopo il record del 2015 

Jun 182017
 

Dopo la torrida esperienza di Solaro, la voglia di starcene a casa era davvero grande. E invece eccoci qui per questa altrettanto inedita tapasciata. Inedita solo per noi, visto che è ormai giunta alla trentesima edizione. La giornata – sebbene calda – è ventilata, e siamo arrivati prestissimo, in modo da partire prima che si scateni il caldo. Peccato che la fila al banco delle iscrizioni sia lunghissima e la temperatura salga di minuto in minuto. 

Ma è proprio grazie alla fila che incontro del tutto casualmente la mia collega Nadia che è in fase di ripresa da un lunghissimo infortunio. Corriamo insieme i primi sette chilometri, poi lei si deve quasi fermare per un dolore al polpaccio e ci salutiamo. Il percorso è molto bello, per la maggior parte all’ombra e con lunghi tratti nel bosco. Ma oggi proprio non ho voglia di soffrire e me la prendo comoda, camminando quasi tutte le salite e fermandomi con calma a tutti e quattro i ristori. 

Al decimo km c’è il bivio tra i percorsi da 17 e da 21: l’orgoglio vince sulla fiacca e prendo per quello lungo. E meno male, visto che la parte più bella è nella seconda metà. Peccato solo per un problema di attrito al piede sinistro (mai successo!) che segna gli ultimi cinque chilometri. Fortunatamente non si è formata la vescica, ma ci sono andato molto vicino. Al traguardo super ristoro nella cornice di palazzo Arese Borromeo, con ottima pasta all’amatriciana, e la damigiana di vino “alla spina” che non può mancare nelle gare organizzate degli alpini.

In estrema sintesi: bella manifestazione, promossa a pieni voti e con un solo punto da migliorare: i tempi di attesa all’iscrizione. L’anno prossimo ci torniamo sicuramente.

Jun 112017
 

Gran caldo e partenza ad orario fisso piuttosto tardo. 
Queste due controindicazioni dovrebbero essere sufficienti, ma la curiosità ha avuto la meglio e quindi eccoci in quel di Solaro per questa inedita tapasciata. Dopo un primo chilometro intruppato nel traffico a causa dei numerosi intelligentoni che partono davanti anche se poi camminano, il percorso entra nel bosco e grazie all’ombra la temperatura diventa accettabile. Peccato che la frescura duri poco e la parte centrale sia quasi tutta sotto il sole regalando una notevole sofferenza. Mentre penso “Come si stava bene a Stoccolma” si passa in zona partenza/arrivo e la tentazione di fermarsi è davvero forte.

Con uno sforzo di volontà decido di continuare, e sono premiato: dal km12 si torna nel bosco e si può respirare. Grazie anche ad una provvidenziale fontanella presa d’assedio dai pochi impavidi sul percorso da 19km (mi sono fermato per un amplesso durato alcuni minuti) riesco a trascinarmi fino all’arrivo. Alla fine sono più stanco che dopo la maratona di settimana scorsa. 

Manifestazione tutto sommato carina, con percorso piacevole se non fosse per il caldo. Sarebbe meglio anticipare la partenza almeno di un’ora. Buona la logistica al campo sportivo, con parcheggio comodo. Molti i volontari sul percorso, ben presidiato ma senza indicazioni chilometriche. Ristori un po’ minimali, soprattutto quello finale. Per 5€ mi sarei aspettato qualcosa di più.

 

Jun 042017
 

pagella

E anche per la Stockholm Marathon è giunto il momento della pagella

Velocità percorso: 1 Penso che con i suoi continui saliscendi sia in assoluto la più dura delle ventinove che ho corso. In particolare, l’interminabile ponte Västerbron è una mazzata che lascia il segno. Anzi, doppia mazzata visto che si percorre due volte: all’ottavo e al trentaduesimo. Poi ci sono anche le discese, a volte troppo ripide per correrle “a tutta” senza danni alle ginocchia. 

Bellezza percorso: 4 Poche le parti noiose, belli i lunghi passaggi in centro a tratti molto scenografici, emozionante il gran finale dell’arrivo nello stadio olimpico. Peccato solo per il doppio giro, che tuttavia non ha pesato più di tanto (a parte il già citato Västerbron bridge). Numerosi gli intrattenimenti di vario tipo: DJ sets, gruppi rock, bande di ottoni, cori gospel. Davvero non c’è modo di annoiarsi

Pubblico: 4 Molto presente e caloroso, ad eccezione del tratto periferico dai km19 al 26. Grazie alla mia canotta azzurra, tifo aggiuntivo garantito: non sentivo gridare “forza Italia” così tanto dai tempi oscuri dell’ex cavaliere.   

Assistenza: 5 Tutto quello che un runner potrebbe desiderare era disponibile, e organizzato nei minimi particolari. Particolarmente apprezzati: sacca indumenti molto capiente, drinks e toilettes anche nelle gabbie di partenza, gel Enervit (i miei preferiti) al ristoro del km32, Hot Dog e birra al ristoro finale.   

Medaglia: 3 Nulla di particolare, direi “nordica” nella sua sobrietà. Quest’anno raffigura il malefico ponte di Västerbron

Pacco gara: 4  All’Expo, oltre al pettorale mi hanno dato (sfusi, in mano…) soltanto chip, spillette, sacca indumenti e relativi adesivi: “non c’è male per 115€” ho pensato. In seguito a questa delusione si sono riscattati dopo il traguardo, con un generoso sacchetto di viveri, una bottiglietta per sport-drink commemorativa (piena) e la maglietta da finisher Asics, carina. 

#LuogoEdizioneVelocità
Percorso
Bellezza
Percorso (1)
PubblicoAssistenza (2)MedagliaPacco gara
29Stockholm Marathon2017144534
28Rimini Marathon2017333354
27Carrara2017233443
26Honolulu2016234451
25Brescia2016222334
24Las Palmas2016333353
23Valencia2015445433
22Barcellona2015345532
21Terre Verdiane2015522334
--Livorno20143323-3
20Chicago2014445433
19Paris2014345444
18Treviso2014434334
17Pisa2013532443
16Lago Maggiore2013342433
15Berlin2013545532
14Madrid2013245433
13Piacenza2013433534
12Reggio Emilia2012343534
11Torino2012433333
10Copenhagen2012455423
09Milano2012532333
08Garda2011352233
07Hokkaido (JP)2011223553
06Trieste2011342212
05Roma2011354333
04Firenze2010443233
03Venezia2010454322
02Helsinki2010344453
01Milano2010531323
Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc