[Km] Aprile 2019

 Numeri  Comments Off on [Km] Aprile 2019
Apr 302019
 

Odometer-vintageAcciacchi, malanni e mini-infortuni sarebbero sufficienti per giustificare il mio peggior mese di Aprile degli ultimi nove anni. E invece si è aggiunta anche la malavoglia, che è forse il fattore ad aver maggiormente influito sui miseri 128.2Km corsi

Con queste premesse, è normale che anche altri indicatori puntino verso il basso: solo 14 uscite con una distanza media percorsa crollata a 9.2Km (per trovare di peggio bisogna risalire al Dicembre 2017). Si salva solo la velocità media (5’28″/Km) e ci mancherebbe altro, considerate le brevi distanze percorse. A proposito di distanze: è indicativo che il mese prima di una maratona, non sia andato oltre i 20Km. All’isola d’Elba sarà molto molto dura.

Il vantaggio rispetto allo stesso periodo del 2018 si è ridotto a 32km.

[Km] Marzo 2019

 Numeri  Comments Off on [Km] Marzo 2019
Mar 312019
 

Odometer-vintageMarzo, periodo di records: con 204,32Km corsi si chiude oggi non solo il miglior mese da Ottobre a questa parte, ma anche il mio miglior mese di Marzo in assoluto. Questo esito dipende in larga parte dalla Maratona di Tokyo e dalla costanza nelle uscite (17) che ha avuto il suo peso: anche in questo parametro è stato il miglior Marzo da quando corro. In leggero aumento la distanza media, salita a quota 12km tondi.

Il passo medio non ha risentito della maratona e delle diverse uscite molto tranquille, rimanendo identico al mese precedente a quota 5’34″/Km

Da segnalare il rientro dopo quasi cinque mesi di assenza nel mondo delle tapasciate, con la partecipazione a Motta Visconti e a Certosa di Pavia.

Il trimestre si chiude a quota 541.65Km, ben 92Km in più rispetto al 2018.

 

 

 

 

13^ Tra i Girasc e Scaron

 Gare, Non competitive  Comments Off on 13^ Tra i Girasc e Scaron
Mar 102019
 

Quasi cinque mesi. Era dal 21 Ottobre 2018 che – per un motivo o per l’altro – non partecipavo a una bella non-competitiva. E finalmente oggi eccoci a Motta Visconti per questa tapasciata che si svolge in una delle mie zone preferite: il parco del Ticino.

È piuttosto fresco alla partenza e la maglietta a maniche corte fa percepire sulla pelle i sette gradi presenti. Un po’ per il freddo, un po’ perchè le gambe hanno voglia di girare, affronto i primi km a ritmo allegro, forse un po’ troppo considerando che ho ancora le gambe legnose dopo la maratona di domenica scorsa. Ma la cosa funziona, e comincio a scaldarmi mentre vedo attorno a me gente con pantaloni lungi e maglie termiche che invece accusa il caldo.

Dopo il primo ristoro, rallento un po’ e introduco qualche tratto al passo che mi consente di apprezzare il paesaggio. Dopo la densità da alveare di Tokyo e – soprattutto – di HongKong è davvero bello correre quasi da solo in mezzo alla natura: ne avevo proprio bisogno. La parte finale poi offre passaggi molto belli lungo il Ticino che invitano a fermarsi per guardarsi intorno. Ma dopo tutto sono qui per correre, e quindi tiro dritto fino al traguardo dove mi aspetta il solito ristoro ben fornito, con dolci, salumi e il piatto forte rappresentato da una ottima zuppa di legumi e cereali. Le buone sensazioni provate in corsa sono confermate da un crono (19.5km in 1h44′  a 5’21″/km di media) più che dignitoso considerato il periodo. Per Miki invece 7,5Km e tante belle foto

[Recensione] Tokyo Marathon

 Recensioni  Comments Off on [Recensione] Tokyo Marathon
Mar 042019
 

Prima di analizzare la Tokyo Marathon sono doverose due premesse, per mettere nel giusto contesto un giudizio che per certi aspetti potrà sembrare severo:

  1. Si tratta di una delle World Majors, le sei maratone più rinomate e importanti al mondo.  
  2. L’edizione 2019 è stata contrassegnata da freddo, pioggia e vento. Prima e durante tutta la gara

Velocità percorso: 4 Tracciato molto filante grazie ai numerosi drittoni. Non ho dato il massimo dei voti solo a causa di alcuni cavalcavia e sottopassi che spezzano il ritmo. 

Bellezza percorso: 3 A parte alcuni passaggi monumentali (Asakusa, e Zōjō-ji ad esempio) il percorso è estremamente cittadino, a base di vialoni, treni sopraelevati, e grattacieli. Numerosi gli intrattenimenti, ma nella maggior parte dei casi non visibili dal percorso, probabilmente perché spostati in posizioni defilate al riparo dalla pioggia  

Pubblico: 4 Pubblico molto presente lungo tutto il percorso, e piuttosto caldo considerati gli standard giapponesi. Fantastici i volontari che incitavano tutti, sempre col sorriso sulle labbra nonostante fossero inzuppati e infreddoliti come e più dei runners. 

Assistenza: 3 Luci e ombre alla voce assistenza. Operazioni di ingresso ai gates di accesso velocissime. Stessa cosa per deposito e ritiro borse. Volontari ovunque sempre pronti a dare informazioni e ad assistere (uno si è precipitato ad aiutarmi quando ha visto che ero in difficoltà nel mettermi la mantellina termica che volava via). D’altra parte, insufficiente preparazione al meteo avverso: mancanza di zone dove ripararsi dalla pioggia prima della partenza; bevande gelide ai ristori; lungo giro prima di ricevere finalmente la mantellina termica; spogliatoi inadeguati. 

Medaglia: 4 Bella e abbastanza originale. Molto bello anche il nastro. Peccato solo che sia un po’ piccola.  

Pacco gara: 4 Non molto oltre alla maglia tecnica Asics (carina). Ho dato un voto alto per il costo di iscrizione assolutamente onesto per essere una Major (circa 100€)

[table id=9 /] Note: (1) Include l’intrattenimento (2) Include ristori, WC, spugnaggi, assistenza post-traguardo, etc